Font Size

Menu Style

Cpanel

13 dicembre 2012 - Approvazione del Piano di gestione delle Residenze Sabaude

Il 13 dicembre 2012 é stato approvato il Piano di Gestione del Sito seriale "Le Residenze Sabaude", iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO nel 1997. Sotto la guida della Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici del Piemonte tutti i soggetti portatori di interesse - oltre 20 tra organi ministeriali, regione, province, comuni - hanno sottoscritto il nuovo Atto di Intesa che approva il documento richiesto dall'UNESCO che analizza i beni, il territorio e le risorse finanziarie e propone obiettivi strategici e progetti per future prospettive di crescita e di governance.

La rete di collaborazione istituzionale per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale che coinvolge la Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici del Piemonte, i propri istituti e organi periferici, gli enti territoriali e locali, la Regione, le Province, i Comuni, le Fondazioni, gli Enti strumentali e i Consorzi, è tanto più necessaria nel caso di un sito seriale complesso quali sono le Residenze Sabaude, iscritte dall'UNESCO nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità dal 1997.

UNA REALTÀ COMPLESSA
I numeri. Il sito comprende 22 residenze, distribuite nei territori di 2 Province e 9 Comuni.
Il contesto. Le residenze sono inserite in contesti molto diversi: metropolitani, urbani, periurbani e rurali.
La proprietà. La maggior parte delle residenze sono di proprietà statale, alcune di proprietà comunale e privata.
La destinazione d'uso. Gli edifici sono perlopiù aperti al pubblico con una destinazione museale o comunque culturale; solo alcuni sono destinati ad usi amministrativi e sede di uffici.
La gestione. In alcuni casi la gestione dei beni è diretta, in altri casi è affidata dall'ente proprietario a fondazioni, società o consorzi.

LA CONCERTAZIONE
La molteplicità e l'eterogeneità dei soggetti coinvolti, direttamente o quali portatori di interesse, richiede una complessa concertazione che:
- tenga conto delle esigenze dei beni culturali e di quelle del territorio;
- sviluppi le potenzialità del sito in fatto di conoscenza e di tutela, di valorizzazione e di comunicazione;
- concretizzi un interlocutore unico nei confronti delle istituzioni nazionali e internazionali.

IL PIANO DI GESTIONE
Il Piano di gestione approvato è il primo risultato di tale concertazione, un passo importante per costruire la governance del sito, nella prospettiva di un complessivo potenziamento che integri e valorizzi le singole specificità. É un documento fondamentale per la conoscenza e la valorizzazione di un sito UNESCO, consigliato dal 2002 e obbligatorio dal 2006. La sua composizione ha coinvolto nella raccolta dei dati e nella redazione dei contributi tutti i portatori d'interesse del sito, le direzioni delle residenze, la Regione, le Provincie e i nove Comuni delle core zones. Nel corso di questi anni sono state avviate diverse attività preliminari alla redazione del Piano di gestione: il Rapporto periodico, il Webgis, la sottoscrizione del primo Protocollo d'intesa, la costituzione della Conferenza Permanente, del Gruppo Operativo Permanente, del Gruppo Operativo Ristretto.
Il Gruppo Operativo Permanente nella riunione del 21 giugno 2012 ha deciso di concludere la redazione del Piano di gestione entro il termine dell'anno. In 6 mesi il Gruppo UNESCO costituito presso questa Direzione Regionale, con il supporto fattivo del Gruppo Operativo Permanente e del Gruppo Operativo Ristretto, ha lavorato per raggiungere questo obiettivo, raccogliendo e redazionando i contributi dei 26 autori coinvolti per comporre il documento che oggi presentiamo.
Il Piano si compone di quattro parti:
1. l'ipostazione metodologica;
2. l'analisi della situazione attuale, che "fotografa" le residenze, il territorio, le risorse finanziarie;
3. le conclusioni, che evidenziano obiettivi generali e piani d'azione;
4. i progetti, per sviluppare le potenzialità del sito, articolati in macroprogetti, dedicati a temi di grande rilevanza strategica (Polo Reale, Corona Verde...) e quelli presentati dai singoli portatori d'interesse.
Questo importante risultato è stato possibile grazie alla collaborazione fattiva di tutti i portatori d'interesse coinvolti, dei direttori delle residenze e degli amministratori del territorio, del personale interno e degli operatori culturali.

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

SEGRETARIATO REGIONALE PER IL PIEMONTE
PALAZZO CHIABLESE - Piazza San Giovanni 2 - 10122 - Torino
Segreteria: +39 011 5220440-PEO Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. -P.E.C. Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. (ricezione solo da P.E.C.)

privacy

Vous êtes ici : Home UNESCO Archivio News UNESCO 13 dicembre 2012 - Approvazione del Piano di gestione delle Residenze Sabaude