Font Size

Menu Style

Cpanel

Galleria Sabauda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Galleria Sabauda è da considerarsi una delle più importanti pinacoteche d’Italia con oltre 180 anni di storia e più 700 opere di autori italiani ed europei prodotte dal Duecento al Novecento. Fu edificata nel 1832 per volontà di Carlo Alberto. Nel 1860, poco prima dell'Unificazione d'Italia, la Galleria è stata donata da Vittorio Emanuele II allo Stato italiano. Dal 2012 la collezione delle opere ha sede nella Manica Nuova di Palazzo Reale, ove sono stati apportati interventi di restauro e modifiche all'allestimento affinché i dipinti possano essere esposti nel migliore dei modi. Le opere ospitate nella Galleria Sabauda, di valore inestimabile, appartengono al Rinascimento italiano, percorrono il Sei e Settecento e sono arricchite dai dipinti della scuola fiamminga e olandese. Tra le opere dei maestri italiani dal Trecento al Cinquecento spiccano quelle di Andrea Mantegna, Simone di Paolo Veronese, Antonio e Piero del Pollaiolo che rappresentano alla perfezione le peculiarità del Rinascimento italiano. Tra i dipinti di pittori piemontesi sono esposte opere di Martino Spanzotti, Defendente Ferrari e Gaudenzio Ferrari. L'allestimento prosegue con le opere del Sei e Settecento dove si possono ammirare i capolavori di Orazio Gentileschi, del Guericino e di Tintoretto. La Galleria Sabauda vanta all'interno delle sue raccolte una ricca presenza di dipinti della scuola fiamminga e olandese realizzati tra il Quattrocento e il Seicento da Jan van Eyck, Hans Memling, Paul Rubens e Anton van Dyck.
Importanti acquisizioni e donazioni, come quella dei marchesi Tancredi e Giulia Falletti di Barolo e dell’industriale-collezionista piemontese Riccardo Gualino, hanno accresciuto e arricchito negli anni il nucleo originario della Galleria Sabauda collezionando più di 700 opere della storia pittorica europea che offrono ai visitatori un ventaglio di pennellate, colori e atmosfere differenti.

La Galleria si estende oggi su quattro piani. I primi tre piani, dal basso verso l'alto, obbediscono a un percorso cronologico, in cui le opere del Piemonte dialogano con altre realizzate nel resto della Penisola e dell'intero continente. Torino – Europa, dunque. L'ultimo piano, nello spettacolare sottotetto, è riservato agli uffici, al gabinetto di restauro e alla collezione di Riccardo Gualino, messa a confronto con le opere dei Sei di Torino.

 


INFO

www.museireali.beniculturali.it


Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

SEGRETARIATO REGIONALE PER IL PIEMONTE
PALAZZO CHIABLESE - Piazza San Giovanni 2 - 10122 - Torino
Orario apertura al pubblico: 9,00 - 12,00 e 14,00 - 17,00 (chiusura uffici 18,30)
Ufficio Stampa: +39 011 5220409 - E-Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - P.E.C. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (ricezione solo da P.E.C.)

privacy

Sei qui: Home I luoghi della cultura Musei Musei Reali - Galleria Sabauda