Font Size

Menu Style

Cpanel

Sacro Monte Orta - Varallo

Lavori di restauro della cappella XIII presso il Sacro Monte di Orta San Giulio e della cappella XXVIII presso il Sacro Monte di Varallo, nell'ambito dei lavori di restauro e valorizzazione dei Sacri Monti – sito UNESCO, in Varallo Sesia Orta, finanziati dalla legge n. 190/2014. CUP F42C16000110001 – CIG 72492996C7. Procedura negoziata.

 

CHIARIMENTI (30/10/2017)

Domanda: si chiede se sia possibile reperire il computo metrico.
Risposta: la documentazione progettuale, comprensiva di computo metrico estimativo, sarà fornita su supporto informatico (DVD) durante il sopralluogo.

 

Domanda: si chiede se il sopralluogo sia previsto nei luoghi sia di Orta San Giulio (NO) sia di Varallo Sesia (Vc).
Risposta: il soprallugo dovrà essere svolto a Orta San Giulio (NO), presso la Cappella XIII del Sacro Monte di Orta, e a seguire a Varallo Sesia (VC), presso la Cappella XXVIII del Sacro Monte di Varallo.

 

Domanda: Si chiede se il sopralluogo possa essere effettuato da un delegato.
Risposta: Il sopralluogo può essere effettuato da un rappresentante legale o da un direttore tecnico del concorrente, come risultanti da certificato CCIAA/Albo/Registro o da soggetto diverso munito di delega, purché dipendente dell'operatore economico concorrente. In caso di raggruppamento temporaneo, GEIE, aggregazione di imprese di rete o consorzio ordinario, sia già costituiti che non ancora costituiti, il sopralluogo può essere effettuato da un incaricato per tutti gli operatori economici raggruppati, aggregati in rete o consorziati, purché munito delle deleghe di tutti i suddetti operatori. In caso di consorzio di cooperative, consorzio di imprese artigiane o consorzio stabile, il sopralluogo deve essere effettuato a cura del consorzio oppure dell'operatore economico consorziato indicato come esecutore.

 

Domanda: Si chiede se un'impresa invitata singolarmente, possa partecipare in raggruppamento temporanaeo di imprese.
Risposta: ai sensi dell'art. 48, XI c., d. lgs. n. 50/2016, "In caso di procedure ristrette o negoziate, ovvero di dialogo competitivo, l'operatore economico invitato individualmente, o il candidato ammesso individualmente nella procedura di dialogo competitivo, ha la facoltà di presentare offerta o di trattare per sè o quale mandatario di operatori riuniti." In caso di partecipazione in raggruappamento temporaneo non ancora costituito, tutti gli operatori economici che lo costituiranno dovranno sottoscrivere l'offerta e impegnarsi, in caso di aggiudicazione della gara, a conferire mandato collettivo speciale con rappresentanza al mandatario quale indicato in sede di offerta.

 

Domanda: Si chiede se gli eventuali componenti del raggrupamento temporaneo di imprese possano avere attestazione SOA in classifiche inferiori a quella richiesta dalla lettera d'invito (I e II).
Risposta: In caso di raggruappamento temporaneo di imprese di tipo orizzontale - trattandosi di un'unica categoria di lavori - ai sensi dell'art. 92, II c., D.P.R. n. 207/2010, "i requisiti di qualificazione economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti nel bando di gara per l'impresa singola devono essere posseduti dalla mandataria o da un'impresa consorziata nella misura minima del 40 per cento e la restante percentuale cumulativamente dalle mandanti o dalle altre imprese consorziate ciascuna nella misura minima del 10 per cento. Le quote di partecipazione al raggruppamento o consorzio, indicate in sede di offerta, possono essere liberamente stabilite entro i limiti consentiti dai requisiti di qualificazione posseduti dall'associato o dal consorziato. Nell'ambito dei propri requisiti posseduti, la mandataria in ogni caso assume, in sede di offerta, i requisiti in misura percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti con riferimento alla specifica gara. I lavori sono eseguiti dai concorrenti riuniti secondo le quote indicate in sede di offerta, fatta salva la facoltà di modifica delle stesse, previa autorizzazione della stazione appaltante che ne verifica la compatibilità con i requisiti di qualificazione posseduti dalle imprese interessate.

 

CHIARIMENTI (6/11/2017)

Domanda: Si chiede se riguardo il sub criterio A/1 della lettera di invito, nello specifico riguardo il restauro dei manufatti in terracotta s'intendono analoghe sculture del medesimo secolo, o,in generale il restauro di manufatti in terracotta archeologici musealizzati o rpovenienti da scavo.
Risposta: Per il subcriterio A1, per "materiali e beni mobili e immobili del patrimonio culturale di pregio e importanza storica analoghi a quelli dell'appalto" e "superfici decorate su manufatti di analoga tipologia, realizzati dallo stesso operatore economico e ritenuti dal medesimo significativi della propria capacità a realizzare la prestazione richiesta sotto il profilo tecnico" non si intendono solo esperienze di restauro su "analoghe sculture del medesimo secolo" ma più in generale interventi su manufatti costituiti da analoghi materiali e analoghe tecniche di realizzazione (per quanto riguarda le terrecotte si tratta quindi di terrecotte dipinte con tecniche a freddo, non di manufatti archeologici provenienti da scavo).

 

CHIARIMENTI (8/11/2017)

Domanda: Nel conteggio delle pagine degli elaborati da presentare in A4 e in A3 si possono ritenere esclusi gli eventuali frontespizi.
Risposta: Sì, non si computeranno eventuali frontespizi o copertine.

 

CHIARIMENTI (15/11/2017)

Domanda: Si chiede se se per i punti A1 e A2, in cui è richiesta per ciascuno, documentazione su due lavori di restauro e di documentazione, le 3 pagine A4 e le tre pagine A3 sono da considerarsi totali per ognuno dei due punti o se si debbano riferire alla redazione descrittiva di ogni singolo lavoro.
Risposta: Per i sub-criteri A1 e A2, le tre pagine A4 e le tre pagine A3 sono da considerarsi totali per i lavori da presentare, e non da moltiplicarsi per ogni singolo lavoro.

Domanda: Si chiede se, ai fini della valutazione dell'offerta tecnica alla luce del subcriterio A.2, l'esperienza nell'esecuzione di lavori analoghi possa essere dimostrata da una società specializzata esterna all'operatore economico, che eseguirà i lavori come subappaltatore.
Risposta: No.

Precisazione: Per mero errore materiale, nel cd consegnato nel corso del sopralluogo sono presenti le TAV_SIC_ 01 e TAV_SIC_02 entrambe riferite al solo sito di Varallo. Si provvederà in data odierna ad inviare i due elaborati mancanti riferiti al sito di Orta San Giulio, denominati "TAV_SIC.01_PLANIMETRIA_ORTA_2017" e "TAV_SIC. 02_PLANIMETRIA PONTEGGI_ORTA_2017" via PEC agli operatori economici che hanno effettuato il sopralluogo.

 

CHIARIMENTI (22/11/2017)

Domanda: Con riferimento alla documentazione dell'offerta tecnica sub-criterio A1 - Esperienza in lavori di restauro su materiali e beni mobili ed immobili ...... e sub-criterio A2 – Esperienza nell'esecuzione di servizi tecnici relativi ai rilievi ed alle restituzioni grafiche, mappature di superfici decorate e relativa gestione banca dati , in cui in entrambi si richiede la redazione di un elaborato descrittivo di max. 3 pagine A4 "corredato dai documenti tecnico-contabili" dai quali si evincano importi e caratteristiche dei lavori, si chiede se il termine "corredato", sia da intendere che tale documentazione (variabile per quantità di pagine e di contenuto) sia esclusa dal computo delle n° 3 pagine A4 dell'elaborato descrittivo da redigere.
Risposta: Per documenti tecnico - contabili, a corredo dell'elaborato descrittivo, si intendono, in particolare, il certificato di regolare esecuzione o il certificato di esecuzione dei lavori o il certificato di collaudo. Essi, quindi, non compresi nelle 3 pagine A4, dovranno essere allegati all'elaborato descrittivo e contenuti nella medesima busta B dell'offerta tecnica.

Domanda: Con riferimento alla carte tematiche da realizzare, si chiede se le basi grafiche informatizzate di cui al capitolo 2-d della relazione generale siano da riferirsi solo alle superfici dipinte o riguardino anche le singole statue in terracotta.
Risposta: Come specificato nel capitolato speciale di entrambe le cappelle, al paragrafo 2.DOCUMENTAZIONE GRAFICA, nel quale viene fornito l'elenco completo di tutte le tavole richieste, la documentazione dovrà riguardare tutti i manufatti oggetto di restauro.
Quanto alla cappella di Orta: dipinti murali, intonaci del pavimento, statue in terracotta policroma, elementi accessori in cuoio, cancellata in ferro, aquila in lamina metallica.
Quanto alla cappella di Varallo: intonaci dipinti del pavimento e stucchi dei gradini del trono, trono e 1 statua di terracotta policroma, struttura lignea del baldacchino, apparati tessili del baldacchino, dipinti murali

Precisazione:
A specificazione di quanto contenuto nella relazione generale (paragrafi 2-c e 3-c) sulla campagna diagnostica effettuata da SUPSI, si precisano di seguito il tipo e il numero di indagini previste complessivamente per le due cappelle:
i) esami visivi in luce visibile (incidente e radente) e con luce UV;
ii) documentazione fotografica macro (luce visibile incidente e radente) e micro con microscopio portatile (VIS e UV);
iii) indagini non invasive (fotografia tecnica): n. 10 zone;
iv) indagini non invasive: XRF (300 punti);
v) stesura di rapporto indagini non invasive;
vi) aperture stratigrafiche e documentazione al microscopio portatile (VIS e UV): n. 6 aree da selezionare;
vii) campionamento e preparazione sezioni lucide, esame al microscopio ottico per caratterizzare la stratigrafia: n. 9 campioni;
viii) esame al microscopio elettronico con microsonda (SEM_EDX) per caratterizzare degli elementi chimici nella stratigrafia: n. 9;
ix) campionamento per identificazione microrganismi: n. 12;
x) stesura di rapporto.

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

SEGRETARIATO REGIONALE PER IL PIEMONTE
PALAZZO CHIABLESE - Piazza San Giovanni 2 - 10122 - Torino
Orario apertura al pubblico: 9,00 - 12,00 e 14,00 - 17,00 (chiusura uffici 18,30)
Ufficio Stampa: +39 011 5220409 - E-Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - P.E.C. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (ricezione solo da P.E.C.)

privacy