Città e Cattedrali Online

Il 12 novembre 2013 è stata presentata la piattaforma web del progetto Città e Cattedrali finalizzata alla valorizzazione e alla messa in rete dello straordinario patrimonio culturale ecclesiastico del Piemonte e della Valle d'Aosta.

Città e Cattedrali nasce nel 2005 per iniziativa della Fondazione CRT con la collaborazione, il sostegno e la partecipazione delle Diocesi di Piemonte e Valle d'Aosta, della Regione Piemonte, della Regione Autonoma Valle d'Aosta e delle Soprintendenze competenti, al fine di promuovere un circuito culturale fra le diciotto Cattedrali presenti sul territorio di tradizionale competenza della Fondazione (17 Cattedrali in Piemonte e 1 Cattedrale nella Regione Autonoma Valle d'Aosta) attraverso il recupero e la valorizzazione del loro patrimonio storico-artistico.

Uno studio approfondito delle città sedi di diocesi (Acqui Terme, Alba, Alessandria, Aosta, Asti, Biella, Casale Monferrato, Cuneo, Fossano, Ivrea, Mondovì, Novara, Pinerolo, Saluzzo, Susa, Torino, Tortona, Vercelli e Aosta) ha permesso di individuare molteplici interventi per un ammontare complessivo di oltre 20.000.000,00 Euro.
Per realizzare una parte significativa delle opere sopracitate la Fondazione CRT, congiuntamente alle diciotto Diocesi, ha attivato un piano pluriennale di interventi nel quinquennio 2005-2009, con un'equa ripartizione dei fondi tra Fondazione CRT, Diocesi di competenza e altri soggetti (enti e istituzioni dei territori interessati, privati). Fondamentale per portare a compimento il piano di interventi inizialmente immaginato dai soggetti promotori dell'iniziativa è stato il sostegno di 6,7 milioni di euro accordato nel 2009 da ARCUS S.p.A - Società per lo Sviluppo dell'Arte, della cultura e dello Spettacolo, istituita nel 2004 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La collaborazione operativa fra Fondazione CRT, le Diocesi piemontesi, la Direzione Regionale per i Beni culturali e Paesaggistici del Piemonte e la Società Arcus ha consentito di impostare un'azione programmatica per la realizzazione e l'attuazione di obiettivi e interventi comuni.

Gli interventi realizzati nel quinquennio 2005-2009 hanno riguardato:

- il consolidamento delle strutture;
- il restauro ed il recupero degli apparati decorativi;
- l'adeguamento impiantistico;
- l'allestimento e la riqualificazione di spazi.

I criteri attravero i quali è stato possibile - anno per anno - valutare gli interventi proposti da ciascuna Diocesi sono stati:

- la cantierabilità (progetti definitivi-esecutivi già autorizzati dalle competenti Soprintendenze);
- la presenza della quota di cofinanziamento da parte di ciascuna Diocesi;
- la ricaduta dell'intervento sulla collettività;
- la coerenza dell'intervento rispetto al programma di realizzazione di un circuito culturale delle cattedrali.

Il progetto non prevede l'istituzione di borse di studio né l'interazione diretta con i cantieri di studio e restauro delle singole cattedrali, né la possibilità di inoltrare richieste spontanee di intervento.

A partire dal 2012, con il completamento di un'ulteriore fase di lavori, sono state individuate dalle Diocesi, dalla società Arcus, dalla Fondazione CRT e dalla Direzione Regionale per i Beni culturali e Paesaggistici del Piemonte le modalità di valorizzazione e fruizione di ciascun bene recuperato al fine di realizzare un percorso culturale e di conoscenza tra le cattedrali e i loro territori.

www.cittaecattedrali.it

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn